L’interpretazione e la quotidianità.

L’INTERPRETAZIONE E LA QUOTIDIANITÀ

Una scena di performance teatrale

Comunicare se stessi al mondo.

Noi comunichiamo: non possiamo negarlo.
Tutto di noi comunica quando si interagisce: voce, postura, atteggiamento, apparenza, mimica, gestualità, tono, intenzione dell’intonazione… variando di volta in volta e di situazione in situazione tono, atteggiamento ecc. noi interpretiamo.
Ed è sul “come” interpretiamo che possiamo lavorare – divenendo più consapevoli degli strumenti che possiamo usare, per migliorare la nostra comunicazione.Infatti noi siamo quel che siamo, ma non ancora quel che potremmo essere.
Indagare la propria identità può aiutarci a far meglio percepire agli altri la nostra essenza e le nostre potenzialità.
Valutare i nostri pregi e difetti può portarci ad esaltare gli uni e a sorvolare sugli altri: può addirittura trasformare quel che noi pensiamo sia un difetto in un pregio.

Alcuni punti toccati dal percorso:

La maschera

Ognuno di noi ha una “maschera” che è formata e basata su ciò che vogliamo gli altri colgano di noi.

  • Analisi dei pregi e difetti della nostra personale “maschera” (vocalità, eloquio, gestualità, movimento, aspetto esteriore)
  • La costruzione della maschera: studio sulle nostre possibilità di miglioramento
  • La costruzione della maschera: come valorizzare o sorvolare sui nostri difetti
  • Il gioco del cambiamento: chi vorresti diventare?
  • Analisi dei risultati del gioco e conseguenze applicative
  • esercizi pratici di vocalità
  • esercizi pratici di lettura ad alta voce
  • esercizi pratici di gestualità
  • esercizi pratici di movimento

Feedback  ed analisi finale


DATE, ORARI E INFO:

  • 1° evento: 27 e 28 gennaio
  • 2° evento: 3 e 4 marzo
  • 3° evento: 26 e 27 maggio

Orario Sabato: 10:00-18:00
Orario Domenica: 10:00-14:00
N.minimo di partecipanti: 6


DOCENTI:

  • Michele Orsi Bandini
  • Barbara Dondi
  • Christine Wipf

ARGOMENTI GENERALI

  • Il sistema della comunicazione non verbale
  • La maschera
  • Feedback  ed analisi finale

COSTO E REQUISITI

  • Il costo vale per ogni singolo stage ed è comprensivo di 10€ di tessera associativa
  • sconto del 10% fino a 15 giorni prima della data di inizio
  • Carte couple senza barriere: il 2° partecipante avrà diritto ad uno sconto del 10%
  • Politica di rimborso: rimborso immediato se non si raggiunge il numero minimo
  • A chi si rivolge il corso: nessun limite, motivati
310€279€

ISCRIVITI

Clicca il link in basso e iscriviti subito al corso!

*Sono possibili altre formule di pagamento, rateizzazione, convenzione.
Per informazioni scrivere a lacomunicazionediffusa@gmail.com
Referente: Barbara Dondi

CHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Se hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

Nome

Soggetto

Messaggio


Accettando di iscriversi alla newsletter l'utente dichiara di aver letto la nostra informativa sulla Privacy Policy ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003.

L’interpretazione e la quotidianità.

Noi comunichiamo: non possiamo negarlo.
Tutto di noi comunica quando si interagisce: voce, postura, atteggiamento, apparenza, mimica, gestualità, tono, intenzione dell’intonazione… variando di volta in volta e di situazione in situazione tono, atteggiamento ecc. noi interpretiamo.

Public Speaking

La voce è un elemento rivelatore del nostro mondo interiore: saper usare meglio la voce significa anche entrare meglio in relazione con gli altri, ottenendo credibilità ed autorevolezza.

Public Speaking

PUBLIC SPEAKING

La testa del personaggio mitologico Medusa

Come utilizzare al meglio la propria voce, in pubblico o nel dialogo.

La voce è un elemento rivelatore del nostro mondo interiore: saper usare meglio la voce significa anche entrare meglio in relazione con gli altri, ottenendo credibilità ed autorevolezza.

Non c’è bisogno di essere attori per aver bisogno di confrontarsi con un pubblico: convegni, congressi, presentazioni di lavori ai propri clienti, ringraziamenti per un premio ricevuto, essere intervistati…… ogni occasione – richiede la padronanza dei propri mezzi vocali e non.
Per questo abbiam preparato un programma variegato, che analizza tutti gli aspetti del parlare in pubblico. Vediamoli:

La Maschera

Analisi dei pregi e dei difetti della nostra “maschera”(vocalità, eloquio, gestualità movimento, aspetto esteriore)

  1. Come valorizzare i pregi o sorvolare sui nostri difetti
  2. Come migliorare complessivamente la maschera
  3. esercizi pratici di gestualità applicati al public speaking
  4. esercizi pratici di movimento applicati al public speaking
  5. il nostro modo di vestire, il trucco, il taglio di capelli, ecc. (maschera esteriore)
  6. Il gioco del cambiamento: chi vorresti diventare?

Analisi dei risultati del gioco e conseguenze applicative

La comunicazione non verbale del nostro corpo durante il public speaking

  1. l’insieme di tutti i gesti, volontari e involontari, compresa la mimica del volto e gli  sguardi. (cinesica)
  2. la percezione e l’uso dello spazio e della distanza che si modificano a seconda del rapporto di interazione tra gli interlocutori. (prossemica)
  3. i messaggi comunicativi espressi tramite contatto fisico. (aptica)
  4. il modo di concepire ed organizzare il tempo soggettivo della discussione. (cronemica)
  5. esercizi pratici
  6. lo spazio pubblico: esercizi pratici sulla diversità e gestione delle situazioni
  7. Il gioco dello spazio: tu in che spazio vivi?

Esercizio finale: La composizione di una presentazione di 3′

1) analisi della sala e composizione del pubblico
2) analisi teorica della presentazione secondo l’intenzione comunicativa
3) Presentazione effettiva in 3′
4) Analisi dei docenti e giudizio dei colleghi sui risultati della presentazione

Poi, grazie alla nostra esperienza teatrale e comunicativa, una fase di  “Tips and trics”, prima teorica poi realizzata praticamente in sala. Qualche esempio sparso

  • Come iniziare (sempre difficile)
  • Come finire (molto più difficile)
  • Cosa dovete controllare prima del vostro intervento
  • Come sono puntate le luci?
  • Come è composto il pubblico?
  • Si mangia prima di una presentazione?
  • pantaloni classici? gonna o pantaloni? cravatta regimental?
  • ecc. ecc. non vorrete che ve li diciamo tutti e subito…suvvia!


DATE, ORARI E INFO:

  • 7 Mag. 2018
  • 8 Mag. 2018
  • 14 Mag. 2018
  • 15 Mag. 2018
  • 21 Mag. 2018
  • 22 Mag. 2018
  • 28 Mag. 2018
  • 29 Mag. 2018
  • 4 Giu. 2018
  • 5 Giu. 2018

10 lezioni da 2 ore l’una
Orario: 19:00 – 21:00
N.minimo di partecipanti: 8


DOCENTI:

  • Michele Orsi Bandini e Barbara Dondi

ARGOMENTI GENERALI

  • La Maschera
  • La voce
  • La comunicazione non verbale del nostro corpo durante il public speaking
  • Di cosa parlare in pubblico e come parlarne
  • Esercizio finale: La composizione di una presentazione di 3′

COSTO E REQUISITI

  • Il prezzo è comprensivo di 10€ di tessera associativa
  • sconto del 10% fino a 15 giorni prima della data di inizio
  • Politica di rimborso: rimborso immediato se non si raggiunge il numero minimo
  • Carte couple senza barriere: il 2° partecipante avrà diritto ad uno sconto del 10%

Per informazioni sul costo, sconti e frequenza: segreteria@lacomunicazionediffusa.it

CHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Se hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

Nome

Soggetto

Messaggio


Accettando di iscriversi alla newsletter l'utente dichiara di aver letto la nostra informativa sulla Privacy Policy ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003.

L’interpretazione e la quotidianità.

Noi comunichiamo: non possiamo negarlo.
Tutto di noi comunica quando si interagisce: voce, postura, atteggiamento, apparenza, mimica, gestualità, tono, intenzione dell’intonazione… variando di volta in volta e di situazione in situazione tono, atteggiamento ecc. noi interpretiamo.

Public Speaking

La voce è un elemento rivelatore del nostro mondo interiore: saper usare meglio la voce significa anche entrare meglio in relazione con gli altri, ottenendo credibilità ed autorevolezza.