Laboratorio di Teatro Attivo

LABORATORIO DI TEATRO ATTIVO

Un quadrato rosso con una corona gialla e scritte nere

Laboratorio di Teatro per persone adulte, tardo adulte, giovani anziani.

Un Laboratorio di Teatro Attivo©, che comporta movimento, oltre che parola, con particolare enfasi sulla maschera e l’espressività, l’insegnamento di azioni e movimenti agili e coinvolgenti, in cui la voce abbia un’importanza forte, ma sempre legata al gesto.

Oggi non esistono più le età canoniche (prima, seconda, terza) e sono state sostituite da una suddivisione più complessa che meglio risponde all’evoluzione della società.

Le fasce d’età che maggiormente ci interessano hanno quindi nuovi nomi: fra i 55 ed i 64 anni è definita “tardo adulti”; fra i 65 ed i 75 anni è quella chiamata “giovani anziani”.
Vogliamo mettere l’accento su queste età e la possibilità di azione fisica perché l’allungamento della vita attiva è un fatto assodato e una persona ancora piena d’interessi e voglia di vivere deve avere la possibilità di agire e pensare attivamente.

In sostanza chi frequenterà il corso-laboratorio vedrà aumentare, mano a mano, le proprie possibilità di movimento, la capacità di esprimersi sia verbalmente che gestualmente. Ciò gli confermerà che l’età non è un limite invalicabile, ma solo un elemento di cui tener conto nella preparazione e il risultato sarà di esserne confermato, rassicurato e diventare più efficace e potente nell’espressività e nel gesto. Il tema sarà un canovaccio e si lavorerà su un copione di testi e azioni. Al termine del laboratorio si potrà – a richiesta dei partecipanti – mettere in scena un saggio in cui potranno esprimere ciò che hanno imparato e stupire il loro pubblico!

DATE, ORARI E INFO:

  • 9  Gen. 2018
  • 16 Gen. 2018
  • 23 Gen. 2018
  • 30 Gen. 2018
  • 6   Feb. 2018
  • 13 Feb. 2018
  • 27 Feb. 2018
  • 6   Mar. 2018

8 lezioni da 2 ore l’una
Orario: 18:00-20:00
N.minimo di partecipanti: 6

DOCENTI:

  • Michele Orsi Bandini
  • Barbara Dondi

COSTO E REQUISITI

  • Il prezzo è comprensivo di 10 € di tessera associativa
  • sconto del 10% fino a 15 giorni prima della data di inizio
  • Carte couple senza barriere: il 2° partecipante avrà diritto ad uno sconto del 10%
  • Politica di rimborso: rimborso immediato se non si raggiunge il numero minimo
  • A chi si rivolge il corso: persone adulte, tardo adulte, giovani anziani. Fascia età dai 50 ai 70.
170€153€

ISCRIVITI

Clicca il link in basso e iscriviti subito al corso!

*Sono possibili altre formule di pagamento, rateizzazione, convenzione.
Per informazioni scrivere a lacomunicazionediffusa@gmail.com
Referente: Barbara Dondi

CHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Se hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

Nome

Soggetto

Messaggio


Accettando di iscriversi alla newsletter l'utente dichiara di aver letto la nostra informativa sulla Privacy Policy ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003.

Laboratorio di Teatro Attivo

Un corso-laboratorio di Teatro attivo, che comporta movimento, oltre che parola, con particolare enfasi sulla maschera e l’espressività, l’insegnamento di azioni e movimenti agili e coinvolgenti, in cui la voce abbia un’importanza forte, ma sempre legata al gesto.

Laboratorio di teatro interconnettuale

Interconnettualità è un neologismo creato da La Comunicazione Diffusa per definire le connessioni fra il sapere, l’imparare ed il comunicare in ambito teatrale fra gli attori ed il pubblico, che diventa così a sua volta partecipe dell’azione drammaturgica, integrando la pura azione teatrale con l’uso di personal device.

Laboratorio di drammaturgia recitata

La recitazione e la drammaturgia, la scrittura per la scena e la messinscena stessa vanno in coppia, sia per chi scrive per sé stesso i pezzi che andrà a recitare sia per chi lavora con un drammaturgo, la scrittura per la scena è viva e non si stacca dalla “bocca” dell’attore in cui viene impastata e trasformata in vita.

Laboratorio di teatro interconnettuale

LABORATORIO DI TEATRO INTERCONNETTUALE

Pubblico di una performance teatrale con dispositivi interconnettuali in mano

Teatro e personal devices: un approccio sperimentale

Interconnettualità è un neologismo creato da La Comunicazione Diffusa per definire le connessioni fra il sapere, l’imparare ed il comunicare in ambito teatrale fra gli attori ed il pubblico, che diventa così a sua volta partecipe dell’azione drammaturgica, integrando la pura azione teatrale con l’uso di personal device.
Sperimentato con l’allestimento di “BIT (o del terzo incomodo)”, il teatro interconnettuale è un approccio partecipativo e critico all’opera teatrale in modalità diretta.
L’obiettivo è creare un modello che sia diverso dal “distacco frontale” della visione dell’opera teatrale – performativa creando un filo diretto con l’azione scenica.
E’ un ritorno al teatro partecipato preromantico tramite gli strumenti che il progresso scientifico ci ha dato e che, solitamente, utilizziamo in modo superficiale e compulsivo.
Il laboratorio si basa proprio sulla conoscenza e poi sull’approfondimento di questi due universi:

  • il teatro come testo, azione scenica, interpretazione attorica
  • l’uso dei personal devices per interagire attivamente nello spettacolo, collaborando con senso critico e creativo

prevedendo – nella fase pratica – il continuo interscambio degli allievi tra attori e spettatori interconnessi, per impadronirsi di ambedue le possibilità espressive.

Programma:

Universo teatrale e comunicativo

*tutti gli esercizi prevedono l’uso del palcoscenico

Il sistema della comunicazione non verbale: presentazione delle componenti

    1. l’insieme di tutti i gesti, volontari e involontari, compresa la mimica del volto e gli sguardi. (cinesica)
    2. la percezione e l’uso dello spazio e della distanza che si modificano a seconda del rapporto di interazione tra gli interlocutori. (prossemica)
    3. i messaggi comunicativi espressi tramite contatto fisico. (aptica)
    4. il modo di concepire ed organizzare il tempo soggettivo della discussione. (cronemica)
    5. il nostro modo di vestire, il trucco, il taglio di capelli, ecc. (aspetto esteriore)
    6. esercizi sul palco
    7. gestualità: teoria  ed esercizi pratici
    8. postura del corpo nello spazio, teoria ed esercizi pratici
    9. lo spazio personale e spazio pubblico: diversità e confronti
    10. Il gioco dello spazio: tu di che spazio sei?
    11. gli elementi espressivi della comunicazione non verbale: mimica facciale, sguardo, gestualità controllata, postura controllata.
    12. movimento coordinato fra gruppi
  1. Il sistema della comunicazione verbale presentazione delle componenti fisiche

    1. la respirazione corretta
    2. le modalità di emissione della voce
    3. postura del corpo e suoi riflessi sulla voce
    4. esercizi sul palco
    5. esercizi pratici sulle regole di pronuncia
    6. esercizi pratici per rendere meno evidenti le inflessioni e cantilene dialettali
    7. Il gioco degli accenti: tonico e fonico; omofoni, omografi.
    8. Far interagire l’aspetto vocale (volume, tono, ritmo, pause, silenzi) con la gestualità

    Il sistema dell’espressività

    1. gli elementi essenziali del testo teatrale: testo, retro testo, analisi storica, letteraria e teatrale
    2. gli elementi espressivi della voce a teatro: tono, profilo dell’intonazione, ritmo, volume, punteggiatura, pause, silenzio
    3. gli elementi essenziali della comunicazione non verbale a teatro : mimica facciale, sguardo, gestualità controllata, postura controllata
    4. esercizi sul palco
    5. La lettura ad alta voce: l’intenzione comunicativa, esercizi di espressività ed emozionalità.
    6. L’analisi di un testo teatrale: testo, retro_testo,  espressività
    7. Far interagire l’aspetto vocale e gestuale con l’espressività

    Universo dell’interconnettualità

    *tutti gli esercizi prevedono l’uso dei propri personal device in riferimento alla scena

    Sperimentazione laboratoriale con l’inserimento – nel corpus del laboratorio – dell’interconnessione tra teatro  e personal devices.

    1. Scelta dei devices più adatti (smatphone, tablet)
    2. Scelta e sperimentazione dei programmi adatti e disponibili.
    3. Prove di interconnessione: sulla base del testo teatrale già analizzato e del percorso laboratoriale si effettueranno tra gli allievi scambio di ruoli: attore><pubblico e viceversa, per rendersi conto delle problematiche di ambedue i soggetti
    4. Definizione del devices come “terzo protagonista” con attori e pubblico: quale risultato? quale futuro?

    I partecipanti (o parte di loro in relazione alla disponibilità) sarà invitata a partecipare alla prossima messa in scena de La Comunicazione Diffusa, sempre legata al teatro interconnettuale.

DATE, ORARI E INFO:

  • 11 Gen. 2018
  • 18 Gen. 2018
  • 25 Gen. 2018
  • 1   Feb. 2018
  • 8   Feb. 2018
  • 15 Feb. 2018
  • 1   Mar. 2018
  • 8   Mar. 2018
  • 15 Mar. 2018
  • 22 Mar. 2018

10 incontri da 2 ore l’uno
Orario: 20:30-22:30
N.minimo di partecipanti: 6

DOCENTI:

  • Michele Orsi Bandini
  • Barbara Dondi

ARGOMENTI GENERALI

  • Il sistema della comunicazione non verbale: presentazione delle componenti
  • Il sistema della comunicazione verbale presentazione delle componenti fisiche
  • Il sistema dell’espressività
  • Sperimentazione laboratoriale con l’inserimento – nel corpus del laboratorio – dell’interconnessione tra teatro  e personal devices

COSTO E REQUISITI

  • Il prezzo è comprensivo di 10€ di tessera associativa
  • sconto del 10% fino a 15 giorni prima della data di inizio
  • Carte couple senza barriere: il 2° partecipante avrà diritto ad uno sconto del 10%
  • Politica di rimborso: rimborso immediato se non si raggiunge il numero minimo
  • A chi si rivolge il corso: studenti superiori e universitari, più altri motivati.
205€185€

ISCRIVITI

Clicca il link in basso e iscriviti subito al corso!

*Sono possibili altre formule di pagamento, rateizzazione, convenzione.
Per informazioni scrivere a lacomunicazionediffusa@gmail.com
Referente: Barbara Dondi

CHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Se hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

Nome

Soggetto

Messaggio


Accettando di iscriversi alla newsletter l'utente dichiara di aver letto la nostra informativa sulla Privacy Policy ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003.

Laboratorio di Teatro Attivo

Un corso-laboratorio di Teatro attivo, che comporta movimento, oltre che parola, con particolare enfasi sulla maschera e l’espressività, l’insegnamento di azioni e movimenti agili e coinvolgenti, in cui la voce abbia un’importanza forte, ma sempre legata al gesto.

Laboratorio di teatro interconnettuale

Interconnettualità è un neologismo creato da La Comunicazione Diffusa per definire le connessioni fra il sapere, l’imparare ed il comunicare in ambito teatrale fra gli attori ed il pubblico, che diventa così a sua volta partecipe dell’azione drammaturgica, integrando la pura azione teatrale con l’uso di personal device.

Laboratorio di drammaturgia recitata

La recitazione e la drammaturgia, la scrittura per la scena e la messinscena stessa vanno in coppia, sia per chi scrive per sé stesso i pezzi che andrà a recitare sia per chi lavora con un drammaturgo, la scrittura per la scena è viva e non si stacca dalla “bocca” dell’attore in cui viene impastata e trasformata in vita.

Laboratorio di drammaturgia recitata

LABORATORIO DI DRAMMATURGIA RECITATA

Illustrazione ad acquerello di un abbraccio tra un uomo e una donna

La recitazione e la drammaturgia, la scrittura per la scena e la messinscena stessa vanno in coppia, sia per chi scrive per sé stesso i pezzi che andrà a recitare sia per chi lavora con un drammaturgo, la scrittura per la scena è viva e non si stacca dalla “bocca” dell’attore in cui viene impastata e trasformata in vita.
Il lavoro che vogliamo fare con questo laboratorio è scrivere quello che reciteremo, lavorando alternativamente sulla scrittura e sulla sua messinscena, scrivere per il teatro infatti vuol dire riscrivere, vuol dire partire da una materia e trasformarla, creare i personaggi e i loro conflitti, lavorare sulla tridimensionalità della scrittura e sulla forza di quello che si è scritto anche quando lo si mette “in piedi”.

Lavoreremo sul tema della coppia, declinato in tutti i modi possibili, cercheremo di partire dalle basi teoriche della drammaturgia passando immediatamente al lavoro pratico della scrittura, lavoreremo insieme e singolarmente, ognuno creerà il suo pezzo (monologo, dialogo, soliloquio, scrittura a più voci, adattamento) e lo metterà in scena con gli altri, lavoreremo sulla scrittura collettiva e soprattutto cercheremo di creare un piccolo testo teatrale per ogni partecipante che metteremo in scena recitandolo direttamente per capire cosa funziona e cosa no.

Non è necessaria un’esperienza pregressa di scrittura o di recitazione ma la voglia di mettersi in gioco.
Sono richiesti abiti comodi, fogli e penna.

Ogni partecipante porterà con sé un’immagine, dieci righe (scritte da lui o prese in “prestito” da un altro autore) e una canzone che per lui hanno a che fare con il tema della coppia e che saranno gli elementi iniziali del proprio gioco.

Il laboratorio sarà condotto da Emanuele Arrigazzi regista e attore e da Allegra De Mandato drammaturga e sceneggiatrice che da anni lavorano insieme sulla drammaturgia contemporanea e il teatro, ma anche sui linguaggi cinematografici e sul documentario.

Emanuele Arrigazzi:
attore diplomato all’accademia dei filodrammatici ha lavorato tra gli altri con Bruno Fornasari.Verner Waas, Manuela Cherubini, Corrado D’Elia, Patrick Caputo, Fabrizio Parenti, Nenad Prokic, Massimo Navone, Alberto Giusta, Giancarlo Zanetti,  Ugo Gregoretti. Al cinema e in televisione ha lavorato con Pierfrancesco Favino, Edoardo Gabbriellini, Luca Barbareschi, Claudio Bonivento, Alberto Negrin, Massimo Venier…
Come regista firma i suoi monologhi Groppi d’amore nella scuraglia di Tiziano Scarpa, il poema dei lunatici di Ermanno Cavazzoni, Tempi maturi e Buoni propositi di Allegra de Mandato.
Collabora stabilmente con La casa degli Alfieri di Asti. È direttore artistico del festival “Il borgo delle storie” di Garbagna (AL).

Allegra De Mandato:
è nata a Modena nel 1982. Drammaturga e sceneggiatrice, si laurea in Lettere Moderne all’Università di Bologna e, nel biennio 2006-07, frequenta il Master della Regione Emilia Romagna in Drammaturgia per le performings arts “LUS”, diretto da Marco Muller. Nel 2007 si trasferisce a Roma, dove è tra i selezionati del Corso di Alta Formazione per Sceneggiatori “Rai Script”. Scrive spettacoli teatrali, in distribuzione, TEMPI MATURI, PUÒ UNA BICICLETTA VOLARE? (produzione 2015-16 della Casa degli alfieri) e STOCCOLMA; mentre BUONI PROPOSITI debutterà in prima nazionale al 39° festival Asti Teatro (23 giugno – 2 luglio 2017) con la produzione sempre della Casa degli alfieri accanto a Manifatture K. Oltre a essere dramaturg (si ricorda il lavoro per lo spettacolo STANLIO E OLLIO dal testo di Juan Mayorga, regia di Paolo Giorgio e prodotto da Band à Part nel 2012), è anche sceneggiatrice di documentari e lungometraggi (IL MARE CHE NON MI ASPETTAVO, in programmazione su Sky) e fa parte del gruppo di drammaturghi “CRISI”, coordinato da Fausto Paravidino, e di quello del progetto “Menzogna” di Antonio Latella. Collabora stabilmente con la compagnia della Casa degli alfieri di Asti e – con Emanuele Arrigazzi – dirige il festival Il borgo delle storie di Garbagna in provincia di Alessandria (ilborgodellestorieblog.wordpress.com).

DATE, ORARI E INFO:

  • 13 Apr. 2018
  • 14 Apr. 2018
  • 15 Apr. 2018

3 incontri
Orario  Venerdì : 18:00-22:00
Orario  Sabato e Domenica : 14:00-22:00
N.minimo di partecipanti: 6

DOCENTI:

  • Emanuele Arrigazzi
  • Allegra De Mandato

COSTO E REQUISITI

  • Il prezzo è comprensivo di 10€ di tessera associativa
  • sconto del 10% fino a 15 giorni prima della data di inizio
  • Politica di rimborso: rimborso immediato se non si raggiunge il numero minimo
  • A chi si rivolge il corso: aperto agli appassionati di teatro e scrittura, così come ai semiprofessionisti e professionisti di teatro e video, scrittura e interpretazione.
  • Carte couple senza barriere: il 2° partecipante avrà diritto ad uno sconto del 10%
310€279€

ISCRIVITI

Clicca il link in basso e iscriviti subito al corso!

*Sono possibili altre formule di pagamento, rateizzazione, convenzione.
Per informazioni scrivere a lacomunicazionediffusa@gmail.com
Referente: Barbara Dondi

CHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Se hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

Nome

Soggetto

Messaggio


Accettando di iscriversi alla newsletter l'utente dichiara di aver letto la nostra informativa sulla Privacy Policy ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003.

Laboratorio di Teatro Attivo

Un corso-laboratorio di Teatro attivo, che comporta movimento, oltre che parola, con particolare enfasi sulla maschera e l’espressività, l’insegnamento di azioni e movimenti agili e coinvolgenti, in cui la voce abbia un’importanza forte, ma sempre legata al gesto.

Laboratorio di teatro interconnettuale

Interconnettualità è un neologismo creato da La Comunicazione Diffusa per definire le connessioni fra il sapere, l’imparare ed il comunicare in ambito teatrale fra gli attori ed il pubblico, che diventa così a sua volta partecipe dell’azione drammaturgica, integrando la pura azione teatrale con l’uso di personal device.

Laboratorio di drammaturgia recitata

La recitazione e la drammaturgia, la scrittura per la scena e la messinscena stessa vanno in coppia, sia per chi scrive per sé stesso i pezzi che andrà a recitare sia per chi lavora con un drammaturgo, la scrittura per la scena è viva e non si stacca dalla “bocca” dell’attore in cui viene impastata e trasformata in vita.