CORSO DI FOTOGRAFIA ANALOGICA

Ritratto fotografico di Alessandro Farella

Con l’evento del digitale la fotografia ha subito una rivoluzione “epocale”.

Ora, per realizzare immagini non occorrono attrezzature costose e complesse, basta il “telefonino” e si possono gestire e conservare elettronicamente e fruire tramite monitor.
Capita che i files si possano “smarrire” nei meandri degli hard disk o che un click di troppo sia loro fatale.
Quasi per ironia della sorte la parola “click” ha rappresentato per oltre un secolo lo scatto con cui si impressiona il film e quindi si “crea” (non la si distrugge) un’immagine, seppure latente.
Occorre considerare che computer e programmi presto o tardi verranno sostituiti e che le immagini, per danno, pigrizia o incompetenza non sempre si salveranno.
Potrebbe non apparire come un grande danno poiché col digitale le foto non costano nulla e se ne fanno tante, forse troppe, ma guardando una fotografia vecchia di cento, cinquanta, o anche solo trent’anni si scopre quanti aspetti, artistici, socio-culturali, affettivi, ecc., possono essere contenuti in un piccolo pezzo di carta.
La fotografia analogica richiede materiali di consumo, ogni scatto ha un costo e richiede cognizioni tecniche quali il controllo della luce, della profondità di campo, della composizione, ecc.
Ogni scatto rappresenta una scelta, è qualcosa su cui riflettere, è un progetto; non è fatto automaticamente con un dispositivo di utilità.
Per queste motivazioni la fotografia analogica viene riscoperta da un numero sempre crescente di persone disposte ad accettarne le sfide.
Sia nelle grandi che nelle piccole cose “sfide” e “scelte” hanno sempre appassionato l’essere umano.
I negativi e i positivi su carta esistono e resistono, sono palpabili e contengono dei significati hanno valori immediatamente valutabili, ma anche rivalutabili nel tempo.

Alessandro Farella si avvicina alla fotografia nel 1974, quando ventenne è iscritto alla Facoltà di Ingegneria. Nel 1978 decide di abbandonare gli studi e l’impiego in una nota cooperativa di progettazione, per dedicarsi professionalmente alla fotografia. Parallelamente inizia a tenere corsi di fotografia che in quegli anni vive un boom di popolarità, in vari circoli cittadini dove in molti si rivolgono in cerca di corsi per apprendere la tecnica e l’uso di apparecchi ancora molto complicati. L’evoluzione avvenuta nei primi anni ottanta, con l’introduzione dell’ elettronica, rende molto più semplice l’approccio con tali apparati e induce Alessandro a ripensare all’ insegnamento della fotografia in termini non solo tecnici, ma bensì linguistici ed espressivi. Così quando negli anni novanta inaugura la nuova sede in Via Castiglione 48, oltre al negozio specializzato nella vendita di apparecchi professionali e di alta gamma, realizza un accogliente spazio utilizzato sia come studio, che come aula didattica dove tenere regolari corsi.L’avvento della fotografia digitale, i nuovi sistemi di vendita portano Foto Prisma s.r.l., società fondata da Alessandro, a ripensare alle strategie aziendali. Si sceglie di privilegiare il mercato dei prodotti usati, in particolare quelli classici analogici e del collezionismo e dell’antiquariato fotografico, affinché un patrimonio tecnico ed artistico non venga dimenticato e disperso. Da questo momento la vendita on line diventa uno degli strumenti principali, mentre il nuovo spazio di Via Castiglione 86/a diventa cenacolo di incontri ed intenditori oltre che spazio di vendita. Con la disponibilità di FactoryBo (sempre in Via Castiglione, ma al n° 26) Sandro decide di riprendere l’attività di insegnamento alla luce del rinnovato interesse per la fotografia analogica.

DATE, ORARI E INFO:

  • In avviamento

6 lezioni da 3 ore l’una
Orario: 20:30-23:30
N.minimo di partecipanti: 6

DOCENTI:

  • Alessandro Farella

COSTO E REQUISITI

 

  • A chi è rivolto il corso: appassionati, principianti e semiprofessionisti, studenti 
  • PRIMO INCONTRO GRATUITO
  • Quando: UNICA DATA DISPONIBILE: dal 20/3/ 2018 al 24/4/2018
  • Cadenza incontri: ogni martedì dalle 20.30 alle 23.30 (6 lezioni)
  • Numero di partecipanti ammessi: non meno di 6 non più di 12
  • Iscrizione max dieci giorni prima della data d’inizio 
  • Costo: 300€ + tessera dell’associazione culturale La Comunicazione Diffusa (10€)
310€279€

FACILITIES: sono legate ai tempi e ai modi di iscrizione, quindi informati subito!

 

  • Prenotazione anticipata: 10% sconto – scade 15 gg prima dell’inizio del laboratorio
  • Carta coppia senza barriere: per il 2° partecipante 15% sconto – scade 15 gg prima dell’inizio del laboratorio.
  • Sconto per gruppi: da concordare in segreteria – scade 15 gg prima dell’inizio del laboratorio.
  • Convenzione con Circoli o altre Associazioni: da concordare in segreteria – scade 15 gg prima dell’inizio del laboratorio. Può essere cumulabile per corsi diversi.
  • Rateizzazioni: da concordare in segreteria, sempre almeno 15 gg prima dell’inizio del laboratorio
  • Politica di rimborso: rimborso immediato se non si raggiunge il numero minimo di partecipanti
  • Per informazioni su altri sconti, convenzioni, rateizzazioni:
  • Segreteria aperta il Martedì, Mercoledì e Venerdì dalle 17 alle 19
  • telefono 051 4842456
  • oppure scrivere a: segreteria@lacomunicazionediffusa.it

CHIEDI MAGGIORI INFORMAZIONI

Se hai qualche dubbio o domanda non esitare a contattarci!

Nome

Soggetto

Messaggio


Accettando di iscriversi alla newsletter l'utente dichiara di aver letto la nostra informativa sulla Privacy Policy ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003.

Allarga il tuo business: parla inglese!

Il corso è rivolto a tutti coloro che operano nel commercio e che hanno l’esigenza e la voglia di acquisire dimestichezza con la lingua inglese.
Le lezioni seguiranno un approccio di tipo comunicativo: verranno cioè ricreate in aula situazioni che si presentano quotidianamente nel mondo del lavoro e – attraverso una didattica pragmatica ed interattiva, fatta di simulazioni, dialoghi e roleplay – i partecipanti impareranno come gestirle con successo.

IO e LORO nell’era della comunicazione digitale

In un’epoca nella quale le possibilità e le forme di comunicazione sono sempre più varie, è una capacità rara saper comunicare nel modo giusto quello che si ha da dire.
Le nuove forme d’intrattenimento massificate ci raccontano di narrazioni fugaci e diffuse, ben distanti da quelle classiche e che sempre più si ispirano alla moltitudine di personalità che la nuova vita digitale ci offre.

Il Giapponese in pillole

Il corso è pensato per coloro che lavorano nel settore turistico, alberghiero, commerciale e che sentono l’esigenza e la voglia di confrontarsi con una lingua tanto difficile quanto affascinante, il giapponese.